Con il corpo capisco

Percorso di

Body Mindfulness

1° livello 

I fondamenti  

 

in 8 incontri

1 volta a settimana

della durata 90 min ciascuno

 

 

La MINDFULNESS è alla base di tutte le sane relazioni e della gestione funzionale di ogni conflitto. Praticare MINDFULNESS promuove la buona comunicazione in ogni aspetto della vita personale e sociale. Apprenderemo insieme l’ASCOLTO DEL CORPO per decodificare i suoi MESSAGGI SINTOMI. Ci alleneremo alla RESILIENZA, facoltà che possediamo ma che va coltivata, se sviluppata ci rende capaci di fronteggiare gli eventi critici e stressanti della nostra vita evitando di esserne succubi o devastati. Lavoreremo sul nostro corpo e in sinergia con la possibilità di revisionare i nostri pensieri , addestrandoci a pensare in modo funzionale al nostro benessere.

...

In  questo training alleneremo la nostra consapevolezza per sviluppare la presenza in qualità di essenza incarnata (body presence), e apprenderemo la pratica mindfulness ad approccio immaginale.

 

Esercizi individuali di mindfulness e body-work si alternano a esercizi di gruppo  che sviluppano invece, la consapevolezza del "corpo sociale". L'uso di tecniche meditative e non verbali come quelle provenienti dalla sperimentazione della Presencing Dance per indagare situazioni "bloccate" nella propria vita personale, offre intuizioni e possibilità inaspettate. Accrescere le facoltà del proprio strumento sensoriale, “il corpo” , permette di amplificare la sensibilità per la situazione attuale e l'attenzione agli accadimenti in atto nel campo socio-relazionale. Ciò conduce all’acquisizione di fondamentali abilità per il benessere individuale e sociale, come quella  di modificare l’approccio personale alla natura delle cose e alle situazioni, mantenendo inalterata la propria natura essenziale. I benefici di tale apprendimento sono innumerevoli, e sono sia per la mente che per il corpo. Infatti, si sperimenta l’allentarsi dello stress e delle tensioni che sono soprattutto fisiche, dovute alla fortezza autolimitante edificata da una coscienza egoica, radicata nella prospettiva del giudizio e dunque separata dalla natura istintuale. Sanare questa frattura, significa sanare noi stessi, ci riporta in un campo originario, puro, dove risiede tutto il nostro potenziale intuitivo e creativo. In definitiva, si tratta di saper riconoscere quell’intelligenza a cui è saggio imparare ad affidarsi, per essere e agire con il minimo sforzo, e conseguendo il massimo della prosperità in ogni attimo della propria vita.

 

 

Percorsi evolutivi

con la Mindfulness

e la visione simbolo-immaginale 

La Mindfulness – termine che designa lo stato di pienezza raggiunto attraverso la meditazione – è la meditazione unita alle neuroscienze e alla psicologia che ci consegna uno strumento straordinario per lo sviluppo e la realizzazione del potenziale umano. Il suo scopo, certamente unico, é di condurre il partecipante alla capacità di sviluppare una comprensione trasformativa dell’esperienza, rendendo il suo cervello più creativo e dinamico, inoltre é l’occasione per apprendere che il modello della nostra esperienza di vita è modificabile in ogni istante. Momenti di lucida visione e chiarezza intuitiva, sviluppabili attraverso la meditazione, corrispondono a una sorta di ‘riavvio’ (re-boot) del cervello che scioglie pattern mentali abituali e cristallizzati e ne ricostruisce altri più elastici, più ricettivi, più potenti.

Da molto tempo la meditazione è riconosciuta come un cammino laico adatto a chiunque, qualsivoglia sia la sua confessione religiosa, etnia o credo sociale. Appartiene a chiunque voglia migliorare la propria esperienza di vita. La presenza della meditazione anche in corsi per aziende rivolti a managers non dovrebbe stupire. Così come non ci si meraviglia più di fronte a molti “casi” di stress, ansia e depressione felicemente curati attraverso l’impiego della meditazione.

È scientificamente dimostrato che la meditazione  agisce sulle sinapsi cerebrali e sulla produzione di endorfine, acuendo l’intuizione e innalzando la felicità. E non vi è dubbio sul fatto che quando si sta bene con se stessi si compiono azioni meravigliose mentre mai se ne potrebbero compiere di nefaste.

I mali dilaganti nel mondo odierno, Stress, Agitazione, Ansia, Apatia, Emotività, Confusione mentale, Tristezza, Insonnia, Eccitazione, Irritabilità, Ossessione, Paure, Astenia psico-fisica, Problematiche della sfera sessuale e relazionale, Disturbi alimentari, sono tutti i racconti del corpo, simbolo di verità essenziali, che premono per rivelarci il senso del nostro essere qui: decodificare il loro significato ci porta a dissolvere la sofferenza psicosomatica che esaurisce così la sua funzione.

 

Molecole, Emozioni, Pensieri costituiscono il complesso network che regola tutti i processi vitali alla base della nostra salute.

 

Una conoscenza ispirata ad una via estetica, di riscoperta della bellezza e del piacere, piuttosto che ad un’azione anestetica dei sintomi e del dolore, conduce inevitabilmente alla realizzazione del meraviglioso potenziale che ciascuno già è, senza ancora saperlo.

Un invito a r-allentare

 

e a ri-posare in voi stessi.

Con  la mindfulness si designano tutte le pratiche della meditazione applicata alle neuroscienze e alla psicologia dell’immaginale, per sviluppare la CONSAPEVOLEZZA e liberarsi dai condizionamenti       della mente e dalle tensioni fisiche.


Una vera e propria RIGENERAZIONE di CORPOMENTE ed EMOZIONI

che produce un effetto di riequilibrio del sistema psico- neuro- endocrino-emozionale (PNEI).

 

Le implicazioni benefiche per le nostre vite sono innumerevoli. Sostanzialmente l’acquisizione della mindsight, la “capacità di vedere”, favorisce lo scambio naturale e coerente di energia e informazioni, che si traduce in una modalità più evoluta d’interazione interiore, fra persone, gruppi o entità non umane, come il pianeta vivente, la Terra.

 

La mindfulness ad approccio immaginale, insegna a riconoscere il significato sotteso agli eventi che ci accadono, alle relazioni che viviamo, agli schemi di rapporto intergenerazionale disfunzionali che sono ancora profondamente radicati in noi per consentirci di disinnescarli.

 

Una liberazione anche e soprattutto del corpo, dalla tensione cronica generata dal dominio dei processi mentali disarmonici.